Scuola Italiana
Antiriciclaggio & Compliance

divisione della EUROPEAN SCHOOL of BANKING MANAGEMENT

Rassegna del: 12/10/19
Notizia del:12/10/19
Foglio:1/1

Aumenta il rischio riciclaggio sui giochi: +66% di segnalazioni

Il settore giochi resta nel mirino dei riciclatori, anche se funzionano sempre meglio gli anticorpi previsti dalla normativa e che saranno rafforzati dalla V direttiva Ue. Le segnalazioni di operazioni sospette (Sos) inviate all’Unità di informazione finanziaria (Uif) di Bankitalia dai prestatori di servizi di gioco sono aumentate del 66%, passando dalle 1.864 del primo semestre 2018 alle 3.102 dello stesso periodo di qust’anno.

Cresce a vista d’occhio anche il controvalore delle transazioni legate alle Sos nei due periodi presi in esame, che passa da 85,4 a 250 milioni di euro (+192,7%). É lo scenario che emerge dalla relazione di Emiliano Marvulli, funzionario dell’Ufficio contrasto illeciti fiscali dell’ Agenzia delle entrate, nel corso della tavola rotonda organizzata a Roma dalla << European School of Banking Managment >> .

Per quanto concerne il gaming, Marvulli ha illustrato un esempio pratico di anomalo utilizzo degli apparecchi videolotteries (VLT), con uno schema fraudolento che vede coinvolte società estere, imprese italiane e denaro contante

Oltre alla videolotteries, che sono state oggetto di specifiche misure anche nelle linee guida antiriciclaggio dell’Agenzia delle dogane, altri profili di rischio emergono dall’attività delle agenzie delle scommesse prive di concessione, le cui poste dei giocatori vengono acquisite in denaro contante o tramite assegni, senza verifiche Aml.

Le sale bingo continuano a rappresentare un settore di interesse per le mafie, come il business che ruota attorno alla scommesse ippiche. Esiste infine la prassi di “ripulire” il denaro mediante false vincite di concorsi e lotterie, acquisendo dai vincitori a prezzi maggiorati il tagliando vincente, allo scopo di giustificare proventi oggetto di accertamento o sequestro.

Pochi giorni fa, il governo aveva approvato il decreto legislativo che aggiorna la normativa italiana antiriciclaggio per i destinatari degli obblighi: tra le misure, l’adeguata verifica, il divieto di prodotti di moneta elettronica anonimi ce una serie di strumenti a disposizione delle autorità finanziarie per mitigare i rischio

Condividi questo contenuto su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Contattaci

La Scuola Italiana di Antiriciclaggio & Compliance è una divisione specializzata della European School of Banking Management

INFOTEL

+39 02 871 98457
+39 080 548 1799

La Scuola Italiana di Antiriciclaggio & Compliance organizza:

Master a Milano
European School of Banking Management
Viale Gran Sasso, 11 – 20131 Milano

Tel. 02 87198457

Master a Verona
AULE
c/o DB Hotel
Via Aeroporto, 20/C – 37067 – Caselle (VR)
Tel. 02 87198457

Master a Roma
AULE
c/o Best Western Plus Hotel Universo
Via Principe Amedeo, 5/B – 00185 Roma
Tel. 02 87198457
Master a Bari
European School of Banking Management
Via A. Rizzo, 2 – 70010 – Barialto (BA)
Tel. 080 5481799
Master a Palermo
AULE
c/o Federazione Siciliana delle BCC
Viale Regione Siciliana N.O., 7275 – 90146 – Palermo
Tel. 02 87198457

Partner tecnici

I partner della Scuola